Vini rossi

Balifico Castello di Volpaia 2000

44.00

5 disponibili

COD: BLFCVLP00 Categorie: , Tag: , ,

Balifico Castello di Volpaia 2000

VOLPAIA

Originaria di Volpaia era l’omonima famiglia fiorentina dei “Della Volpaia” che espresse artisti e costruttori di orologi solari e sfere armillari. Lorenzo dei della Volpaia, amico di Leonardo da Vinci, costruì l’orologio dei pianeti per Palazzo Vecchio a Firenze.

Oggi Castello di Volpaia è proprietà della famiglia Mascheroni Stianti.

Proseguendo le antiche tradizioni, restiamo legati all’origine agricola, legata al vino e all’olio, ed ai sui orti che forniscono le verdure che potrete assaggiare a Volpaia

La famiglia

Prima Raffaello, poi Carlo e Giovannella, oggi Nicolò e Federica, domani Allegra, Olivia e Tito.

Quattro generazioni, unite nel sogno di Volpaia.

Raffaello, primo su tutti, vide la meraviglia di Volpaia. Qui invitava i suoi amici in grandi cene che culminavano col rituale del banchetto della porchetta a San Lorenzo, il santo protettore di Volpaia.

Carlo e Giovannella hanno dedicato la loro vita a riportare Volpaia ad essere un borgo intimamente coinvolto nella produzione del vino, dell’olio e dell’aceto. Carlo, navigatore e sognatore, girava per il paese sempre col metro in tasca, un cipresso in una mano ed una rosa nell’altra. Giovannella, attiva e caotica, è la mamma di tutti gli abitanti di Volpaia e, come tale, autorizzata a bacchettare chiunque le capiti sotto mano. E’ lei l’anima di Volpaia!

Oggi Federica e Nicolò raccolgono una preziosa eredità fatta di valori senza tempo, terra e sogni. Federica, restauratrice, gallerista, viaggia per tutto il mondo a promuovere i valori di Volpaia, possibilmente dove si può anche sciare. Nicolò è al servizio della tecnologia che applica a tutte le sue passioni, prima fra tutte la comunicazione e l’agricoltura. Ma la verità è che Nicolò e’ al servizio dei suoi figli Allegra, Olivia e Tito.

Il vino

Quello del comprensorio di Volpaia è un terroir unico nel Chianti Classico.

I vigneti circa 45 ettari sono oltre i 400 m. slm. su suoli prevalentemente di arenaria ricchi di scheletro adatti alla produzione di rossi eleganti e longevi, vini armonici e aristocratici che riescono a mantenere a lungo i profumi fruttati dei migliori Sangiovese.

Vini tipici del cosiddetto “Alto Chianti” e facilmente riconoscibili per la composita eleganza del loro bouquet riferibile, oltre che al microclima della zona, anche alla particolarissima selezione clonale effettuata dalla Fattoria che ha portato alla riscoperta e al reinnesto di antichi ceppi autoctoni di Sangiovese.

Questo lungo processo ha portato alla creazione di 3 Crus: Coltassala, Il Puro e Balifico, ognuno con le sue particolarità distintive.

BALIFICO

Prodotto dal 1985, Balifico IGT fu subito riconosciuto come un Supertuscan. Balifico è il nome della prestigiosa vigna di Volpaia da cui provengono le uve con cui è prodotto.

Balifico, Cabernet Sauvignon di montagna per il Supertuscan di Volpaia.
I primi Supertuscan furono creati negli anni ’70 dai produttori di Chianti Classico che rifiutarono di usare i disciplinari di produzione che imponevano quali varietà utilizzare per poter rivendicare l’acquisto Toscana.
Pertanto, per identificare quei vini di qualità superiore, che la normativa italiana prevede “vini da tavola”, la stampa internazionale introduce il termine: Supertuscan.

  • Colore: Rosso rubino intenso dai riflessi violacei.
  • Profumo: Al naso si apre su eleganti note di frutti a bacca scura arricchite da note speziate di vaniglia.
  • Gusto: Il sorso è morbido ed avvolgente, di buona struttura con tannini nobili e levigati. Chiude con un finale gradevolmente fruttato e di rara persistenza.
Peso 1.5 kg
Producer

Denominazione

Vitigno

Annata

Regione

Formato

Vol Alcolico

14,5

Amazon Country

Italia

Amazon Wine Type

Rosso

Color

Rosso

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Balifico Castello di Volpaia 2000”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare…