San Michele Appiano

La Cantina San Michele Appiano venne fondata nel 1907 e ad oggi raccoglie circa 330 famiglie di viticoltori che ne costituiscono la spina dorsale.

Il “rispetto del frutto” è la regola più importante per la produzione di vini longevi e di grande personalità.

 

Le persone dell’azienda San Michele Appiano

Il Presidente Klaus Pardatscher ha un ruolo di primo piano tra la Direzione e i soci della Cantina. La sua esperienza di coltivatore ed agronomo ne arricchisce il profilo e contribuisce al lavoro quotidiano della Cooperativa.

Dal 1977 Hans Terzer è il winemaker di San Michele Appiano. Da allora ha sempre perseguito la sua visione della ricerca della qualità in vigneto ed in Cantina. È considerato uno dei pionieri della vinificazione di vini bianchi in Alto Adige ed è riconosciuto come una delle figure più importanti del settore enologico altoatesino.

L’Amministratore Delegato Günther Neumair è responsabile di tutti gli oneri amministrativi della Direzione della Cantina Cooperativa, oltre a gestire l’esportazione dei prodotti in oltre 30 Paesi.

 

San Michele Appiano 9 Prodotti trovati

La cantina San Michele Appiano

Da oltre un secolo la Cantina San Michele Appiano domina con il suo profilo elegante e signorile il cuore del più importante comune vitivinicolo dell’Alto Adige. I terreni che circondano la località alle porte di Bolzano, dove il vino è di casa da oltre 2000 anni, hanno caratteristiche ideali per la produzione di grandi uve che poi vengono trasformate con cura dalla Cantina San Michele Appiano.

In cantina avviene la metamorfosi dell’uva. Un connubio tra antiche ed innovative tecniche di vinificazione.
Il “rispetto del frutto” è la regola più importante per la produzione di vini longevi e di grande personalità.

I vini poi affinano in acciaio o in botti di legno per enfatizzare le singole caratteristiche.